Il bel Paese a canestro
Rispondi al messaggio 6 messaggi · Pagina 1 di 1
Lega2: e le dirette in streaming?
Avatar utente
Lottery Pick

Lottery Pick

Messaggi: 1438
Iscritto il: 13/09/2010, 9:46
Lega2: e le dirette in streaming?, Posted 07/10/2010, 11:56
Solito interessante articolo di Basketnet.net a firma Hruby:

http://www.basketnet.net/news/135584/i_ ... b_spagnola

I Record della Legadue: Ma che Serie A, siamo meglio anche della ACB spagnola...

La scorsa settimana avevo scritto della grande occasione persa dalla Legadue che, non stampando il consueto e atteso Year Book in occasione del suo decimo campionato, aveva trascurato una straordinaria possibilità di promuovere i grandi personaggi delle precedenti 9 stagioni.

Non solo. Quella pubblicazione sarebbe servita tantissimo al bravissimo nuovo Responsabile Marketing Matteo Mantica per iniziare la ricerca dello sponsor del Campionato. Girare tra agenzie pubblicitarie e grandi aziende con un volume stile Almanacco Panini realizzato dalla Lega maggiore poteva aiutare molto o forse essere persino decisivo. Per fare capire davvero che rispetto alla gestione precedente si era cambiato registro e ci si apriva al mercato. Basta con la Legadue targata Renzi, adesso si fa davvero comunicazione.

Il presidente Bonamico ha invece preferito stupire tutti e offrire alla presentazione del campionato una Card USB che in pochi hanno provato e che ancor meno, si dice, verrà utilizzata durante la stagione. D’altra parte che senso ha andare a vedere le statistiche aggiornate con la Card USB quando posso trovarle identiche sul sito della Legadue? Forse in via Masini è sfuggito che tutti i giornalisti sono dotati di un portatile e di una chiavetta internet che consente loro, a fine partita, di inviare via mail l’articolo alla redazione o di pubblicarlo direttamente sul sito della testata.

Ma lasciamo perdere questo argomento: c’è una cosa molto più importante di tutto questo che la Legadue avrebbe dovuto evidenziare sia nella sua presentazione che magari anche nello Year Book o comunque nella ormai famigerata Card USB destinata ad evidenziare il cambio di marcia della sua presidenza. Di che cosa si tratta? E’ semplicissimo: i 50.000 visitatori delle gare trasmesse su internet grazie allo streaming la scorsa stagione costituiscono un record europeo.

Questo straordinario risultato, ottenuto anche grazie al partner StarChannel, poteva e doveva essere sottolineato meglio. Altro che dedicare tempo alla Card USB. Tanto più che sempre nella stessa giornata si è parlato a lungo di StarChannel ed anche nello Year Book diffuso attraverso la famigerata Card USB, la stessa StarChannel è ufficialmente riconosciuta come media partner della Legadue.

Stranamente invece in Legadue, pur comunicando che in 184 incontri trasmessi la scorsa stagione hanno realizzato 1.148.000 (la fonte è lo Year Book 2010 offerto con la famigerata Card USB), si sono dimenticati di calcolare questi numeri che erano davvero enormi: significano infatti semplicemente che in media una singola partita avrebbe fatto registrare 6.239 contatti.

Usiamo il condizionale perché qualche dubbio su questi dati ci sorge spontaneo: pensate che la lega spagnola, la grande ACB che da diversi anni è la più seguita in Europa (il suo pubblico medio a partita nella scorsa stagione era quasi il doppio della nostra Lega A che a sua volta aveva quasi il doppio della Legadue…) nelle 5 partite disputate al medesimo orario (inizio tra le 12:15 e le 12:30, orario di grande ascolto per le abitudini spagnole) della sua prima giornata del campionato 2010-11 ha fatto registrare circa 25.000 contatti complessivi. Quindi circa 5.000 a partita. E parliamo di gare prodotte con un format di ripresa altissimo, appoggiate su una piattaforma come Orange (la Telecom spagnola, tanto per capirci) che garantisce una qualità altissima e soprattutto una fruizione ai massimi livelli.

Raffrontando questi dati, la Legadue avrebbe dovuto essere davvero orgogliosa di questo risultato che dimostra come, a livello di ascolti internet, nel mondo dopo l’NBA (e prima dell’ACB) c’è il secondo campionato di basket italiano, la Legadue.

Dopo aver scoperto tutto questo mi sono incuriosito e ho provato a documentarmi un po’ meglio. Ho trovato che il 17 ottobre 2009 sul sito di Legadue appariva già la seguente news; “StarChannel-boom: 2.400 accessi in un'ora appena la notizia si è diffusa delle dirette delle partite domenicali su starchannel.it.”

Il 20 ottobre 2009, sempre sul sito ufficiale, si leggeva ancora: “StarChannel, boom di collegati: domenica oltre 23mila.”

A forza di comunicati, la notizia si diffonde e fa breccia nei media. E’ il marzo 2010 e il giornalista di basket più esperto di tv e internet, vale a dire Stefano Valenti, scrive sul settimanale SuperBasket parlando della Legadue: “177 incontri trasmessi nel girone di andata, per un totale di 500.000 contatti unici di spettatori appassionati che hanno seguito le gare in diretta web. E nei 4 turni di gennaio, il dato è salito a quota 551.000 contatti, che si sono soffermati a seguire le partite per almeno 5 minuti. Ed è di 44.000 quello medio di chi resta circa mezz’ora”.

Numeri confermati anche dalla Gazzetta dello Sport che nell’articolo sulla presentazione dello scorso 24 settembre, a firma Paolo Bartezzaghi, dice testualmente parlando della accresciuta visibilità della Legadue targata Bonamico: “… si aggiungono i 50.000 di media su www.starchannel.it.”

Quindi i dati di Stefano Valenti e di Paolo Bartezzaghi, vale a dire del settimanale del basket italiano e del quotidiano più letto in Italia, coincidono abbastanza con quelli pubblicati dalla stessa Legadue (1.148.000 in 184 pari a 6.239 a partita). E’ la conferma di un clamoroso successo al quale la rosea dedica giustamente tanto spazio.

Uno spazio confermato dall’articolo uscito martedì 5 ottobre sulla Gazzetta a firma Andrea Tosi, uno dei giornalisti che seguono più da vicino e con grande attenzione le vicende della Legadue (solo perchè ha sede a Bologna?). Dove Trent Whiting, guardia americana della Aget Imola, un giocatore che ha girovagato per mezza Italia e che mai si sarebbe aspettato tanto spazio sul quotidiano più letto d’Italia, spiega ai lettori perché lui sceglie la Legadue rispetto alla serie A: ci sarebbero club più puntuali nei pagamenti rispetto alla serie A da cui lui si è tenuto lontano… Le parole di Whiting danno l’assist alla Gazzetta per un titolo non troppo simpatico per la Lega A e le sue 16 società.

Contro la quale la “rosea” ha da tempo iniziato una battaglia personale. Da quando cioè, nel 2000, i “grandi professionisti che lavoravano in Lega" Andrea Bassani e Flavio Tranquillo (così li chiamava il capo rubrica basket Luca Chiabotti, loro grande amico), sono stati costretti a fare le valigie…

Ma torniamo all’argomento di questo articolo e proviamo a tirare le conclusioni: abbiamo visto gli incredibili dati di ascolto della Legadue; abbiamo visto come questi dati siano addirittura superiori a quelli della maggiore lega europea, la ACB, quella che fa addirittura concorrenza alla NBA; abbiamo visto come la Gazzetta abbia giustamente riconosciuto la importanza di questi dati concedendo il meritato spazio a un campionato che vanta questi numeri e pieno di stelle ricercate anche dalla Serie A (come il Whiting di cui abbiamo parlato). Sembra il paese delle meraviglie e invece succede un fatto strano: Legadue e StarChannel, dopo una stagione straordinaria dal punto di vista degli ascolti, hanno interrotto il loro accordo biennale.

Cosa è successo in pochi giorni? Come mai un accordo biennale è stato rotto pur di fronte ad un risultato in termini di ascolti di questa portata? I club sono stati informati di questa situazione oppure non ne sapevano nulla? E ora non è che qualche sponsor chiederà i danni alla squadra sponsorizzata non avendo più una visibilità rilevante sul web?

Sono domande che poniamo al Presidente Marco Bonamico che, a questo punto, deve una chiara e dettagliata spiegazione ai club, anzitutto, e agli utenti. Che sono davvero tanti, come abbiamo visto. Una media di 6.239 utenti a gara, un poderoso esercito di 50.000 persone che domenica 3 ottobre, giorno di partenza del campionato, non ha potuto seguire le partite di Legadue e che meritava di conoscerlo comunque con un po’ di anticipo… Chi glielo spiega? Presidente Bonamico, secondo noi tocca a Lei.

Giampiero Hruby
Le tue mani... Cosa ti è successo?
Non mi ha finito...
WWW
Pex
Avatar utente
Nazionale

Nazionale

Messaggi: 920
Iscritto il: 13/09/2010, 18:20
Re: Lega2: e le dirette in streaming?, Posted 07/10/2010, 12:54
Azz io pensavo che non avessero fatto le dirette della prima giornata per motivi tecnici, o almeno così avevo capito...

invece niente legadue proprio per tutto l'anno???

Può influire il fatto che si sia introdotta una diretta tv su sportitalia (la domenica alle 17...tra l'altro orario un po del piffero...) ?
E-mail
Pex
Avatar utente
Nazionale

Nazionale

Messaggi: 920
Iscritto il: 13/09/2010, 18:20
Re: Lega2: e le dirette in streaming?, Posted 09/10/2010, 8:36
Legadue comunica di aver risolto il contratto con Star Graphics srl (canale Starchannel) per i diritti internet Italia ed estero e di aver proceduto ad una nuova assegnazione a Sportube srl.
Legadue e Sportube.tv assieme per la prossima stagione agonistica. Le due squadre, infatti, hanno stipulato un accordo che, attraverso l’acquisizione dei diritti web da parte di Sportube.tv, consentirà di vedere le gare del campionato di basket di Legadue e delle Final Four, per la stagione 2010-2011 su www.sportube.tv.La trasmissione delle gare sulla piattaforma Sportube.tv (che attualmente trasmette anche i Mondiali di volley in corso in Italia) sarà live con eccezione delle gare in anticipo trasmesse da Rai che potranno essere diffuse in differita.
Sportube.tv ha come obiettivo quello di soddisfare le esigenze dell’utente, di renderlo libero di scegliere e di crearsi un palinsesto personalizzato che corrisponda alle sue aspettative.

“Nasce proprio da qui – annuncia Bruno Stirparo, Amministratore delegato di Sportube – la nostra idea. Nasce dalla volontà di fornire a tutti gli appassionati sportivi, una programmazione che sia all’altezza della domanda sia per quanto riguarda i contenuti sia per quello che riguarda la qualità del servizio, in questo caso delle immagini. Le nostre trasmissioni infatti sono rigorosamente in HD”.
“L’accordo con Sportube - dichiara il presidente di Legadue Marco Bonamico - è un grande passo in avanti nel progetto di comunicazione di Legadue per offrire il basket in chiaro e per tutti. L’impegno contrattuale di Sportube a cablare i nostri palazzetti dello sport porterà vantaggi sia ai nostri club che alle città della nostra lega. Terminate le verifiche tecniche sui campi, saremo in grado di offrire un prodotto di elevata qualità.”

Il campionato di Legadue è una nuova esaltante sfida per entrambi, con il traguardo comune di raggiungere una fetta di pubblico quanto più ampia possibile.

Il parquet è quindi pronto ad accogliere Sportube e Legadue, giocatori dello stesso team. Sarà sicuramente una vittoria per il basket e per la nuova frontiera della comunicazione.

Per maggiori info:
Ufficio Stampa Sportube.tv:
Michela Musiu: michela.musiu@sportube.tv
www.sportube.tv - info@sportube.tv
E-mail
Rispondi al messaggio 6 messaggi · Pagina 1 di 1
Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite
Powered by phpBB3
Copyright ©2008 phpBB Group.
Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]. Oggi è 21/07/2019, 19:03